Siracusa Pride. La Digos vieta un manifesto contro Salvini e minaccia di fermare l'intero corteo



È al Siracusa Pride che la Digos sarebbe intervenuta per vietare uno striscione critico verso Matteo Salvini, attuale ministro dell’Interno. Lo riferisce GayPost.
Sullo striscione incriminato capeggiava la scritta "X sempre in lotta contro Salvini, l’omofobia e tutti i confini". Una frase ritenuta irricevibile da forze dell’ordine che hanno persino minacciato di vietare l'intero corteo se le critiche a Salvini non fossero state rimosse.

Stando alle testimonianze dei presenti, la polizia avrebbe argomentato la loro richiesta dicendo che lo striscioni non potevano essere mostrato «perché è contro il governo».
Una delle due ragazze che avevano preparato il manifesto dichiara che l'organizzazione del Pride le avrebbe chiesto «supplichevole di non creare problemi perchè la Digos avrebbe minacciato di bloccare il corteo».
Dal canto suo, l'organizzazione racconta che «la Digos è arrivata da me, dicendomi di far rimuovere lo striscione perché troppo provocatorio. Abbiamo provato a opporci alla loro richiesta, ma sono rimasti irremovibili». A quel punto la polizia avrebbe contattato il vicepresidente di Arcigay Siracusa per dirgli che ne avrebbero risposto personalmente se il materiale delle ragazze non fosse stato rimosso, «arrivando a minacciare che avrebbero bloccato persino il corteo».
4 commenti