Anche il Delaware vieta le cosiddette "terapie riparative" dell'omosessualità sui minori



Il Delaware è il quindicesimo Stato Usa ad aver deciso la messa al bando delle cosiddette "terapie riparative" dell'omosessualità sui minori.
Si tratta di vere e proprie torture psicologiche (promosse in Italia dal partito di Adinolfi) che si basano sull'inculcare sensi di colpa nelle vittime sino a produrre un tale odio verso sé stessi da rinnegare la propria natura. L'OMS segnala come quelle "terapie" non abbiano alcuna base scientifica e di come spesso risultino causa di atti di autolesionismo, depressioni e suicidi fra chi ne è vittima.
«La cosiddetta terapia di conversione –spiega Sarah McBride della Hrc– è pericolosa, crudele e rifiutata in modo uniforme da tutte le principali organizzazioni per la salute mentale e l'assistenza ai bambini. La firma odierna è un fondamentale passo in avanti nella battaglia a garanzia di un Delaware quale Stato sicuro e tutelante di tutti i giovani Lgbtq».
1 commento