Con la Lega di Salvini si sdogana il neofacismo: tre parlamentari al raduno dei nostalgici di Mussolini



Ben tre parlamentari hanno accettato di essere ospiti alla prima giornata della “Festa del Sole” organizzata ad Abbiategrasso dall'ultra-destra di Lealtà e Azione. È così che la Lega di Salvini sta sdoganando il ritorno del neofacismo, di fatti abolendo la pregiudiziale antifascista prevista dalla Costituzione e trasformando i movimenti di estrema destra in normali interlocutori politici. Succede in Lombardia.
Rispondendo alla senatrice Liliana Segre, che aveva chiesto al ministro Salvini di impedire la manifestazione, Carlo Fidanza di Fratelli d’Italia ha risposto: «Credo siastata male informata, se questo movimento fosse contrario alla Costituzione sarebbe fuori legge, ma così non è: questa è una normale e democratica manifestazione di pensiero».
Insieme a lui, sul palco c'erano anche William De Vecchis e Igor Iezzi della Lega. Quest’ultimo ha dichiarato: «Non è il primo anno che vengo qui: mi trovo bene, partecipare a questi eventi è una cosa carina e simpatica».
Peccato che Riccardo Colato, responsabile politico di Lealtà e Azione, non faccia mistero della matrice della sua organizzazione, dichiarando apertamente: «Mussolini? Un grande statista».
3 commenti