Contro le due mamme di Napoli, i lettori de Il Giornale si appellano a Salvini: «Chiuda la magistratura, tolga dal cazzo i giudici cocainomani»



Se Matteo Salvini pare già abbastanza impegnato ad aggredire la magistratura pur di non restituire i 49 milioni di euro che il suo partito ha truffato agli italiani, i populisti di estrema destra si appellano a lui ogni qualvolta un giudice osi riconoscere dei diritti di una minoranza. Ed è così che se la Corte d'Appallo ha riconosciuto due mamme ad un bambino nato mediate procreazione assistita, i lettori de Il Giornale si sono precipitati ad appellarsi a Salvini per chiedere che abolisca la magistratura e imponga l'omofobia del suo partito contro ogni diritti costituzionale altrui.

Tutto parte con un quotidiano che pare voler spronare l'odio nel lanciare la notizia con un commento altamente denigratorio in cui si tirano in ballo imprecisate «adozioni gay»:



Negando l'evidenza di come togliere una madre renda semplicemente orfano il figlio (non certo già darà un genitore scelto sulla base dei distinguo promossi da Gandolfini), è nell'incurante del bene superiore del bambino e in una violenza verbale inaccettabile che i lettori del quotidiano scrivono:

3 commenti