Fedriga da Pontida: «Mai patrocinio ai vari gay pride, diamo il patrocino al family day»



La Lega pare disposta a tutto pur di associare il loro nome a qualunque forma d'odio. Detesti i gaye vorresti rendere orfani i loro figli? Vuoi vedere i bambini islamici che affogano in mare? Vota Salvi e lui ti garantirà la discriminazione interi gruppi sociali per illuderti che la tua mediocrità possa valere qualcosa.
Capita così che il governatore leghista Fedriga esiga che «naturale» venga ritenuto sinonimo di «eterosessuale» e che i diritti dei gay debbano essere intesi come un qualcosa in contrapposizione ai privilegi dell'italico padano a cui piace la patata. In una dichiarazione ufficiale rilasciata a Pontida, il presidente del Friuli-Venezia Giulia afferma: «Il Friuli Venezia Giulia tutela e difende la famiglia naturale a mai darà il patrocinio ai vari gay pride: diamo il patrocino al family day».
Facendo propri gli slogan di Adinolfi e lodando i distinguo fascisti promosso da Fontana, il leghista ha poi aggiunto: «Non si danno soldi pubblici a chi fa propaganda per il desiderio degli adulti, ma a chi difende i più piccoli che hanno diritto ad avere una mamma e un papà».
Detto da un partito che cerca voti facendo bullismo contro i 111 bambini non accompagnati che erano a bordo dell'Aquarius, ogni commento pare superfluo.
10 commenti