Gli attivisti di Plus onlus annunciano la loro partecipazione al Bologna Pride



Gli attivisti di Plus onlus annunciano la loro partecipazione al Bologna Pride di sabato 7 luglio, silando al fianco della LGBT+ con il loro carro delle Pillole di buon sesso.
Plus porta ancora una volta in piazza la campagna ideata nel 2017 per sottolineare la validità della TasP e della PrEP nella lotta all’Hiv. Due strategie che in Italia sono pressoché invisibili. Quanti sanno che una persona sieropositiva in terapia efficace non può trasmettere il virus? E quanti sanno dell’esistenza della profilassi pre-esposizione? Il silenzio generale sulla non contagiosità delle persone sieropositive trattate e la mancata implementazione della PrEP rendono la campagna Pillole di buon sesso più attuale che mai. Ignorare queste strategie equivale infatti a dare man forte alla diffusione del virus, affermano gli attivisti.
Ma Plus partecipa al corteo anche per dimostrare che le persone sieropositive LGBT esistono, resistono, conoscono i propri diritti e non hanno paura di metterci la faccia. Lo dimostra la recente protesta in occasione della conferenza Icar, centrata sulle mancanze di un sistema sanitario sempre più distratto nei confronti di chi vive con Hiv.
Dopo il Pride di Roma, Bologna rappresenta per Plus l’appuntamento ideale per chiudere il cerchio dell’Onda Pride sotto il segno della lotta allo stigma e della divulgazione di evidenze scientifiche incontestabili. Sempre orgogliosamente a testa alta.
Commenti