Hiddenflag. Sei attivisti sfidano Putin e portano la bandiera rainbow in giro per Mosca



Nella Russia di Putin, tanto cara a Salvini e Pillon, è vietato mostrare bandiere arcobaleno è vietato sulla base di una insana legge contro una fantomatica «propaganda di orientamenti sessuali non tradizionali sui minori». A detta del fondamentalismo religioso, infatti, se un bambino dovesse vedere che i gay non sono discriminati, sicuramente diventerebbero tale dato che personaggi come Pillon e Gandolfini giurano su Dio che a loro piacciano le donne solo ed esclusivamente perché da bambini gli è stato vedere che sarebbero stati vittima id inaudite violenze se fossero stati gay.
Da qui il divieto: se i bambini non vedranno i gay andranno con donne e quelli che sono nati gay (teoria che nel 2018 viene negata dai fondamentalisti di Provita o de La Nuova Bussola Quotidiana) è plausibile si fingeranno tali per paura di essere ucciso io perseguitati. Ma Gesù sarà felice, giura Pillon.
Ed è così che l'associazione spagnola Federación Estatal LGTB ha sfidato quel divieto ed è riuscita a portare la bandiera rainbow per le strade russe attraverso un'iniziativa denominata "The hidden flag" (la bandiera nascosta). Sei attivisti provenienti da sei nazioni diverse hanno composto la bandiera dei diritti lgbt indossandole divise delle rispettive nazionali di calcio.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6]
2 commenti