La Corte d'Appello riconosce la stepchild adoption due donne, entrambe madri dalla nascita



La Corte d'Appello di Napoli ha accolto la richiesta di vedersi riconoscere come «mamma dalla nascita» avanzata dalla compagna di una donna che ha partorito un bambino avuto mediante procreazione assistita.
I giudici sostengono la rilevanza giuridica di come la donna abbia accettato e condiviso il progetto familiare e di sia fondamentale garantire ogni tutela legale al minore anche se un qualche fondamentalista lo avrebbe preferito orfano.
«Le motivazioni della sentenza sono molto importanti - ha spiegato l'avvocato Francesca Quarato - perché, nel riconoscere il diritto delle due mamme ad essere riconosciute entrambe come genitrici del figlio che insieme hanno voluto, la Corte d'Appello fa un passo avanti ulteriore ricordando che la stepchild è una forma di tutela minima per i figli di coppie omogenitoriali, perché è subordinata alla domanda, perché assicura una tutela non piena e, infine, concede di adottare quello che, invece, deve essere considerato un figlio della coppia già alla nascita. In tal senso, richiama espressamente la legge 40 indicando per la piena tutela dei figli di coppie omogenitoriali la strada del riconoscimento alla nascita».
2 commenti