Picchiato perché gay, risponde con un selfie che mostra il suo volto insanguinato ma sorridende



Blair Wilson è 21enne inglese. Stava semplicemente tornando a casa da sua madre quando per strada un uomo lo ha insultato ed aggredito solamente perché gay.
A rendere virale la sua reazione all'odio è come il ragazzo abbia deciso di pubblicare uno scatto del suo volto insanguinato da cui l'omofobia del suo aggressore non era riuscito a cancellare il sorriso.
«In quel momento ho pensato che questa persona non si rendesse conto di quanto gente mi fosse vicina e volevo solo che potesse vedere, da sobrio possibilmente, quanto amore e sostegno avessi. Sapevo, appena è successo, che potevo stare zitto e sentirmi imbarazzato, e invece ho scelto di pubblicare il selfie, anche se il mio naso stava ancora sanguinando, non mi importava», ha dichiarato il giovane.
Centinaia di persone hanno espresso solidarietà al ragazzo, regalandogli una seconda vittoria sul suo aggressore: «In quel modo ho potuto dimostrargli che sono molto più amato di quanto loro non lo saranno mai».
Commenti