Pillon si presenta ai campi di addestramento ideologico di Savarese. Poi accusa i giudici di non conoscere la legge



Se è chiaro a tutti la vicinanza tra il senatore leghista Simone Pillon e l'organizzazione integralista CitizienGo di Ignacio Arsuaga, sconvolgente è come un senatore della Repubblica  possa partecipare in veste istituzionale ad un corso per l'addestramento dei nuovi omofobi che operino per conto di Filippo Savarese. Eppure è lo stesso Pillon a dichiararlo dalla sua pagina Facebook:


Vantatosi di collaborare con l'estremismo nell'addestramento dei milizie che verranno scagliate contro i diritti umani del prossimo, Pillon si mette ad attaccare pure principio costituzionale della separazione dei poteri.
Ai suoi proseliti dice che i giudici sono degli idioti e che lui sa per certo che i gay andrebbero messi in prigione. Con la sua consueta violenza verbale, afferma:


Ovviamente la sua dichiarazione è falsa e assolutamente ideologica. Pillon nega che alcuni stati la GpA sia legale, nega che alcuni gay possano avere figli da precedenti relazioni e nega che vi siano stati in cui le famiglie omogenitoriali hanno accesso all'adozione con cui il suo amatissimo Gandolfini si è procurato i suoi figli dato che viveva una relazione matrimoniale completamente infeconda.
Non meno falsa, ideologica e criminale è la semplificazione con cui cerca di far credere che i gay siano il problema, negando come il 90% di chi accede alla GpA siano coppie eterosessuali. O forse sostiene che gli etero possano fare ciò che vogliono dato che a lui interessa solo creare odio contro i gay?

Ma d'altra parte cosa ci si può spettare da un fondamentalista che dice si debba votare la Lega solo perché omofoba?

2 commenti