Pochi integralisti pregano contro i gay e contro le unioni civili nella "processione riparativa" di Rimini



Come annunciato, neofascisti ed integralisti cattolici si sono dati appuntamento a Rimini per pregare contro i gay. A parteciparvi un numero esiguo di persone, accompagnati da sacerdoti che hanno profanato dei simboli sacri sulla pubblica piazza in quella che definivano fosse una «preghiera di riparazione per lo scandalo del Summer Pride».
Erano presenti anche bambini, vestiti come chierichetti mentre venivano indottrinati all'odio contro il prossimo. Un'ennesima riprova di come sia sempre più importante chiedere che i bambini siano difesi dall'ideologia di Massimo Gandolfini e da chi esige non abbiano diritto di esistere se non conformi allo stereotipo promosso dal fondamentalismo (con Costanza Miriano che dice di esigere maschi violenti o un Adinolfi che vuole la totale sottomissione delle donne mentre crea odio con chi non le domina sessualmente).
Basta guardare le immagini per osservare come l'unico vero scandalo è che la Chiesa non abbia allontanato con sufficiente determinazione chi è sceso in piazza a profanare simboli sacri attraverso pagliacciate blasfeme.
Dopo preghiere in latino, è con un microfono in mano, il prete diceva ai bambini presenti che le unioni civili «sono sempre sbagliate» e che «l'atto contro-natura, che sia commesso in pubblico o in privato, o che conduca o no alle unioni civili riconosciute dalla legge è definito dalla dottrina della chiesa, senza eccezioni, come intinsicamente disordinato. Se poi è praticato e lodato in pubblico, alla sua gravità intrinseca si aggiunge quella dello scandalo. Se la dottrina sul disordine intrinseco dell'atto omosessuale è certa, altrettanto certa lo è quella sulla riparazione».
L'evento è stato promosso dal vaticanista Marco Tosatti e dall'ultra destra di Radio Spada (che ne ha diramato le immagini in diretta). A guidare la preghiera c'erano tre sacerdoti, due provenienti dalla Fraternità sacerdotale San Pio X e un parroco modenese, don Giorgio Bellei.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] - Video: [1] [2] [3]
8 commenti