Salvini ribadisce il suo no alle famiglie gay e annuncia: «Accoglierò solo profughi donna, per i maschi non c'è posto»



Nonostante Matteo Salvini con solo il 17% dei voti, durante i suoi comizi quotidiani dichiara di parlare a nome del «99% degli italiani». Lo ha fatto anche ieri, intervenendo alla festa della Lega Nord di Andro, in Franciacorta.
Ai suoi militanti ha dichiaro che la sua totale attività politica (sempre ammesso abbia il tempo di fare il ministro dato che pare costantemente impegnato in comizi) sarà incentrata sull'omofobia, sul razzismo e sulla xenofobia. Ha ribadito il suo no alle famiglie arcobaleno e alle adozioni gay, così come ha raccontato che impedirà qualunque rispetto delle normative europee sull'immigrazione che ha firmato e ratificato quand'era europarlamentare.
Ovviamente non si è fatta mancare l'occasione per i suoi soliti insulti, dicendo che chi protesta contro la sua politica razzista debba essere ritenuto un «riccone col rolex come Gad Lerner». Lui, invece, così povero con i suoi 40 milioni di euro truffati agli italiani e con uno stipendio a sei cifre, ci tiene a precisare che l'Italia è ormai roba sua e che quindi si fa quello che ice lui.
Ed ancora, annuncia che «Giovedì sarò alla riunione dei ministri dell’Interno europei a Innsbruck e porterò la voce del 99% degli italiani. Le donne e bambini che scappano dalla guerra trovano posto in Italia, per tutti gli altri posto non c’è».
2 commenti