Salvini deride la magistratuta incoraggiando l'odio razziale



Salvini deride la magistratuta, facendosi gioco di chi difende una dignità quotidianamente calpestata dalla propaganda del suo partito.
Ostentando un comportamento da bambino di cinque anni che dai suoi profili social che il vicepremier scrive:



Una faccina sorridente deride la dignità di quei richiedenti asilo che lui chiama «clandestini», legittimando con le sue parole quell'odio razziale che tanto piace ai leghisti.
Perché se è ormai noto che Salvini non ha etica o morale, il vero problema è l'atteggiamento che sta incoraggiando nella popolazione. Sono in aumento le aggressioni a sfondo etnico, i sopprusi e le violenze... e lui deride il principio costituzionale alla pari dignità.
Nel frattempo la Lega ha fatto sparire il sondaggio in cui Salvini chiedeva di schierarsi con lui contro un Presidente della Repubblica che difende la Costituzione, ma contro le sue aspettative le percentuali mostravano una schiacciante vittoria di Mattarella.
3 commenti