Salvini dice di schifare la Coca-Cola perché sponsor del Pride: lui beve solo italico olio d'oliva



Matteo Salvini pensa che le bevande gasate siano cose fa femminucce, lui tracanna solo olio d'oliva direttamente dalla bottiglia. Lo ha dichiarato dal palco di Pontida, in un violento attacco alla Coca-Cola in quanto sponsor di quel Milano Pride che ha osato portare in pizza oltre 250mila persone appartenenti a quelle famiglie che i suoi ministri sostengono non esistano.
Di fatto ammettendo che il suo disprezzo verso la vita sia un pensiero di minoranza, Salvini ha accusato la multinazionale di «sponsorizzare le giornate dell'Orgoglio solo per guadagnare qualche consumatore in più». Poi, secondo quanto riferisce Il Giornale, il leader padano avrebbe dichiarato di «preferire l'olio d'oliva alla bevanda frizzata perché è un prodotto italiano».
Nel presentare quel nesso surreale,il quotidiano della famiglia Berlusconi non precisa se Salvini preferisca bere l'odio con dei cubetti di ghiaccio o meno. Dai commenti si evince comunque che i proseliti del leghista si dicano pronti a boicottare chi difende i diritti delle minoranze contro la discriminazione promesse dal loro leader.
Se mai nella storia si era visto un vicepremier che si permette di sponsorizzare il boicottaggio di un prodotto accusato di sostenere i diritti civili, surreale è come l'estrema destra stia cercando di creare attorno a Salvini un'immagine fittizia che ricordi quella del dice. Lui, l'italico difensore della purezza della Patria che difende l'italico prodotto mentre ostenta la sua italica virilità nel produrre figli con donne che non erano sua moglie o nel dominare compagne che accettano di mostrarsi sottomesse a lui quando non troppo occupata a mettere in mostra i suoi turgidi capezzoli per il piacere del maschio eterosessuale padano.
2 commenti