Afragola. Cacciati dal bar perchè gay



«In pubblico queste cose non si fanno». É con questa frase che ad Afragola (Napoli) una coppia gay è stata cacciata da un bar a causa di un semplice bacio.
Il titolare nega qualunque omofobia, sostenendo che nel suo bar non sarebbero tollerati neppure baci o abbracci tra coppie eterosessuali. Chissà se avrà anche messo un cartello all'ingresso per specificare che nel suo territorio l'amore è stato messo al bando.
Uno dei due ragazzi replica: «Fatti così ad Afragola non sono mai accaduti. Sono comportamenti che discriminano e non permettono alle persone gay e lesbiche di vivere con libertà i loro affetti. Mi pare assurda la scusa apposta dal gestore del locale, non è minimamente credibile che esista un locale ad Afragola in cui non sono graditi i clienti si abbraccino o scambino gesti d’affetto. Si sono comportati così perché erano due ragazzi, due ragazzi gay».
4 commenti