Arcigay: «Fontana vuole abolire la Legge Mancino? Proposta eversiva, quella legge va estesa e resa più efficace»



«Non possiamo che prendere atto, esasperati, che la propaganda del Ministro Fontana prosegue indisturbata». Così Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay, commenta le dichiarazioni del ministro sulla sua intenzione di chiedere l'abolizione della legge Mancino.
«L’attacco odierno all'unica legge che punisce i crimini e le parole d’odio e che realizza lo spirito antifascista della nostra Costituzione, ha dell’eversivo. La legge Mancino non solo non va abolita, ma va da un lato estesa all’omotransfobia, dall’altro resa ancora più efficace e applicata, specie in questi anni in cui si moltiplicano i rigurgiti xenofobi e fascisti, in cui si spara allo straniero e si inviano proiettili perfino via posta elettronica, per intimidire chi dà voce all'antifascismo. Parlare di abolizione, proprio ora, vuol dire soffiare sul fuoco del conflitto sociale, legittimare i violenti, aizzarli fino in fondo. Questa incoscienza ci allarma e ci lascia impietriti».
4 commenti