Due donne malesiane frustate perché lesbiche



Non pare conoscere fine la follia omofoba. In Malesia due donne sono state condannate a subire sei frustate sulla pubblica piazza per aver fatto sesso tra di loro. Secondo i giudici, il loro amore dovrebbe essere ritenuto un «atto contro le regole della natura» da punire mentre un'umiliazione pubblica, spesso squallidamente filmata dal pubblico con i propri telefonini cellulari.
Le due donne sono anche state anche multati per un importo di 3.000 sterline e dovranno affrontare una pena detentiva di quattro mesi se non saranno in grado di pagare quella cifra.
Nei giorni scorso il ministro della salute malesiano ha sostenuto che l'omosessualità sia causata da un «disordine organico».
3 commenti