E c'è chi se ne esce dicendo che il crollo del viadotto di Genovia sia colpa del «gender»



Pare surreale, ma c'è chi è riuscito a parlare di «indottrinamento gender» persino dinnanzi alla tragedia di Genova. Il tutto, peraltro, scegliendo un'immagine contro il razzismo quasi non si volesse perdere l'occasione per strizzare l'occhio alle politiche xenofobe di Salvini:



Poco chiaro è anche il nesso causa-effetto di chi pare sostenere che se il sindaco di Milano non avesse chiesto di lasciare i colori arcobaleno nella stazione di Porta Venezia, il ponte di Genova non sarebbe crollato:

4 commenti