Fioccano nuove denunce contro Salvini per istigazione all'odio razziale



Mentre guida la sua ruspa e fa false polemiche contro i moduli che non offendono parte dei cittadini, fa riflettere come Matteo Salvini trovi il tempo per pubblicare sui social network ogni singola notizia descriva un reato compiuto da stranieri mentre si dimentica sempre di lodare chi di loro difende i cittadini dalla malavita nostrana. Per quanto scorriate la sua timeline, non troverete mai notizie come questa:



Il problema è che lo scippatore è originario del bergamasco, la vittima è una ragazza cinese mentre ad intervenire sono stati da due giovani nigeriani richiedenti asilo ospitati in una struttura del Piacentino. Quindi la vicenda non era strumentalizzabile come le fake-news da lui diffusa contro gli immigrati (al pari di come era solito fare il ministro della Propaganda nazista Goebbles contro gli ebrei).

Chissà, forse Salvini era troppo occupato a proporre «una medaglia» alla capotreno di Trenord che ha diramato annunci razzisti su un convoglio pendolari per accorgersi della notizia. Fatto sta che per lui «la pacchia» potrebbe presto finire: continuano infatti a fioccare denunce per istigazione all'odio razziale in riferimento agli attacchi e agli insulti scritti sui social. E se lui fa spallucce dicendo che le considera «una medaglia», vedremo se la penseranno così anche i giudici.
5 commenti