Fiori Arcobaleno, la nuova collana lgbt ideata dalla casa editrice Il Seme Bianco



La casa editrice Il Seme Bianco ha lanciato una nuova collana di narrativa lgbt denominata "Fiori Arcobaleno". Il progetto, ideato dall’editore Michele Caccamo e dalla direttrice editoriale Luisella Pescatori, ha lo scopo di promuovere la cultura e la tutela dei diritti legati al mondo gay, per combattere ogni forma di discriminazione. La curatela della collana è affidata a Emanuela Dei, giornalista e autrice.
L’obiettivo della collana (che accoglie sia narrativa che saggi) è la diffusione di testi LGBTQI, come giusto deterrente contro quel pregiudizio omofobico che porta a discriminare le persone, sia per il loro orientamento sessuale che per l’identità di genere. L'editore osserva come la diversità debba essere fonte di stimolo e ricchezza nella nostra società dato che «ogni individuo ha il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona» come sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Per questo motivo la volontà di dare spazio a nuove voci, amori e storie di vita, mira a permettere la creazione di una società inclusiva basata sulla solidarietà e sul rispetto di ogni disuguaglianza.

Parliamo d’amore, il primo titolo in collana, è una selezione del carteggio d’amore tra Virginia Woolf e Vita Sackville-West, Paul Verlaine e Arthur Rimbaud. È la testimonianza di come amore e sfrenata passione siano fonti di sostentamento di un’anima creatrice, eternamente affascinata dalla ricerca della
verità.
Diecimila chilometri più in là di Benedetta Renier, il secondo titolo curato da Emanuela Dei, racconta la relazione tra due donne provenienti da mondi e culture molto distanti. Italia e Cina si incontrano e forniscono il giusto palcoscenico a un amore appassionato, fuori da ogni convenzione.
Commenti