La NuovaBQ: «Dio non ha creato l’uomo omosessuale. Bisogna lottare contro i gay»



Impegnato a cercare ed amplificare l'opinione di qualunque prelato odi i gay e santifichi l'eterosensualità, Riccardo Cascioli firma un'intervista ad un tale Henryk Hoser, definito come «visitatore apostolico permanente nella parrocchia di Medjugorje». Lo scopo? Denigrare l'incontro mondiale delle famiglie di Dublino dopo che il fondamentalismo organizzato non è riuscito ad ottenere la censura dell'intervento di un sacerdote che reputa l'omosessualità parte del progetto di Dio. Dopo una violenta campagna contro il prelato, oggi troviamo un Cascioli pronto a domandarsi se «questi incontri mondiali servono davvero? Qualcuno lo mette in dubbio».

Si parte con il sostenere che la donna, in quanto donna, dovrebbe occuparsi della famiglia mentre il maschio si fa i fatti suoi:

Il culto mariano che si svolge qui è basato sulla figura della Madonna madre che si occupa delle famiglie. Senza neanche tematizzarlo, la gente viene qui per ascoltare, conoscere non soltanto la vocazione ma anche la missione della famiglia. Impara come vivere in questo tempo in cui la crisi delle famiglie è terribile.

E riguardo a Giuseppe, prosegue la proposizione degli stereotipi di genere:

È una figura importantissima in questa società che, con la Rivoluzione francese, ha ucciso il padre, la paternità di Dio padre. A Giuseppe è affidata la responsabilità della donna e del bambino. Per questo scopo l'arcangelo si indirizza a Giuseppe: «Prendi la moglie e il bambino e vai in Egitto», e poi dovrà prendere i due e tornare a Nazaret. Questa è la sua responsabilità. E poi ha la responsabilità di proteggere la Madonna durante la gravidanza, quindi è testimone della nascita di Gesù.

Si passa ben presto al tema che più sta a cuore a Cascioli, ossia la promozione dell'odio omofobico. Parlando di sacerdoti pedofili, il fondamentalista si lancia nel sostenere che ci sarebbero alcuni di loro «che ne approfittano per normalizzare l'omosessualità». E pronto arriva l'odio del prelato:

Questo non può essere accettato dalla Chiesa. Purtroppo ci sono alcuni vescovi che giocano su questo, dicono un po’ sì e un po’ no. Giustificano, in fondo anche loro sono creati da Dio così. Ma questo non è vero, Dio non ha creato l’uomo omosessuale. La Chiesa non potrà mai accettare questo indirizzo, bisogna lottare contro. Io ho parlato più volte in modo netto contro l'ideologia gender. Le principali vittime sono i giovani, anche perché tutti i media sono erotizzati: le pubblicità, internet, tutti pieni di erotismo. Poi questa convinzione terribile che tutti devono praticare sesso, tutti senza eccezioni. Perché fa bene, agisce contro la depressione, e via dicendo. Il sesso ridotto ad attività sportiva e igienica. Così questi giovani non sono educati alla castità, e questo è una catastrofe: senza controllo delle pulsioni non è possibile la fedeltà. E la fedeltà è il metro del vero amore. Per questo trovo interessante, ad esempio, l'iniziativa dell'associazione Cuori Puri.

Siamo alla follia in cui Hoser dice di conoscere l'opera di Dio e di sentirsi legittimato a dire cosa non può fare. Il tutto dicendo che i bambini gay vanno violentati attraverso l'imposizione di una castità contro natura.
C'è pure l'indicazione di una struttura di violenza psicologica in cui i genitori omofobi possano inviare i propri figli se non soddisfatti del loro orientamento sessuale.

Siamo dinnanzi a parole folli, ma Cascioli spergiura le si debba ritenere «la verità». Quasi godendo davanti a quei pregiudizi, commenta: «Davanti a questa situazione purtroppo molto spesso i pastori invece di annunciare la verità si rifugiano nel politicamente corretto».
Quindi sappiatelo: Cascioli si proclama detentore del volere di Dio mentre inveisce contro chiunque osi sostenere che forse Dio non lo usa come stampino che definisce il "modello ariano" di come si dovrebbe essere.
4 commenti