Liguria. La Lega si presenta con uova al Consiglio regionale contro Daisy Osakue



Dopo l'aggressione all'atleta azzurra Daisy Osakue, colpita all'occhio dal lancio di alcune uova, i leghisti liguri hanno inscenato una carnevalata in cui insultare la vittima al solo fine di sostenere che loro non vedano razzismo.
Si sono messi lì, uova alla mano, a farsi fotografare tutti tronfi. Tra loro c'era anche l'indagato Giovanni De Paoli, il leghista che dovrà rispondere di aver detto che se avesse avuto un figlio gay, l'avrebbe bruciato nel forno.
L'immagine sta sollevando un'ondata di indignazione sui social: l'ex presidente del Municipio Val Polcevera, Iole Murruni, scrive indignata «Vergognatevi: ecco chi governa la Liguria, tutti con le uova in mano... e c'è chi ha detto che se avesse un figlio gay lo brucerebbe nel forno».
Daisy Osakue ha dovuto subire un'operazione d'urgenza e ora è a rischio la sua partecipazione agli Europei di atletica di Berlino. .
8 commenti