Papa Francesco invita a mandare i figli gay da uno psichiatra



Papa Francesco ha deciso di benedire le torture psichiatriche a danno dei bambini non conformi ai pruriti sessuali dei fondamentalisti. Durante la conferenza stampa tenutasi sul volo di ritorno da Dublino, è rispondendo ad una domanda su cosa consiglierebbe a un genitore che scopre di avere un figlio gay che Papa Francesco ha affermato: «In quale età si manifesta questa inquietudine? Se si manifesta da bambini, ci sono tante cosa da fare con la psichiatria. Un'altra è se si manifesta dopo i vent'anni».
Le associazioni per i diritti lgbt definiscono «gravi e irresponsabili» le parole del Papa, aggravata da come ancor oggi siamo troppi gli adolescenti lgbt che vengono spinti al suicidio o che hanno subito gravi danni psicologici da fantomatiche "cure" illegali che si basano sull'incutere sensi di colpa e odio verso sé stessi.
In Italia sono Riccardo Cascioli, Costanza Miriano, Mario Adinolfi e Toni Brandi a farsi promotori di quegli abusi sugli adolescenti, sottolineando come sia strano che a spergiurare l'efficacia di "terapie" rigettate dalla comunità scientifica siano solo eterosessuali integralisti che hanno fatto dell'odio omofobico il proprio mestiere. Con la benedizione del Papa, è presumibile che il numero di vittine dell'ideologia integralista sarà destinata ad aumentare.

Jack lo squartatore fece solo cinque vittime accertate. Quante vittime potranno provocare parole così irresponsabili?
5 commenti