Sarà la Moldavia ad ospitare l'annuale conferenza integralista del World Congress of Families



Il presidente Igor Dodon ha annunciato che a settembre sarà la Moldavia ad ospitare l'annuale conferenza integralista del World Congress of Families, un'organizzazione ombrello con sede negli Stati Uniti che riunisce vari gruppi internazionali a sostegno dei valori sociali conservatori. I loro obiettivi sono la codifica in chiave eterosessuale del matrimonio, un contrasto a qualunque norma miri a proteggere le minoranze dalle discriminazioni, un divieto assoluto alla pornografia e un divieto all'aborto.
«Stiamo riunendo persone in tutto il mondo per discutere della bellezza della famiglia», ha detto Dodon. Ma ovviamente con il termine «famiglia» viene sottintesa la rivisitazione integralista della parola che in Italia viene promossa da Massimo Gandolfini e da Provita Onlus, tra i membri dell'organizzazione.
I principali sponsor del Congresso mondiale delle famiglie sono Konstantin Malofeyev e Vladimir Yakunin, due oligarchi russi conservatori che hanno stretti legami con il Cremlino, tra i principali finanziatori dei gruppi pro-Russia d'Occidente.
I media moldavi riferiscono che Dodon abbia incontrato Malofeev ad Athos lo scorso agosto, chiedendogli di finanziare l'evento a Chisinau. Avrebbe anche chiesto al patriarca russo Kirill di partecipare all'evento.
Un recente rapporto del Congresso degli Stati Uniti ha affermato che la Russia sta prendendo di mira in modo aggressivo i paesi dell'Europa centrale e orientale che vogliono aderire all'UE e alla NATO. Il rapporto afferma anche che in Moldavia, alcuni preti di alto rango «hanno lavorato per fermare l'integrazione del paese con l'Unione europea» attraverso proteste anti-gay e persino sostenendo che i passaporti biometrici europei sarebbero «satanici» perché hanno un codice numerico a 13 cifre.
Dodon non ha specificato dove otterrà i fondi per organizzare l'evento, ma ha detto che i «donatori esterni» copriranno i costi insieme alla fondazione di "From the Heart" che è gestita da sua moglie.
2 commenti