Secondo il partito di Giorgia Meloni, l'omosessualità è «una scelta» e il Papa fa bene a dire che bisogna spedire i figli dagli psichiatri



Dato che Fratelli d'Italia è un partito che cerca voti grazie all'odio omofobico, non c'è da stupirsi che l'organo di stampa di Giorgia Meloni si sia affrettata ad attaccare i gay perchè non tacciono se il Papa chiede ai loro genitori di sbatterli dagli psichiatri. È sul Secolo d'Italia che leggiamo:

Parole di buon senso da parte di papa Francesco vengono subito strumentalizzate e date in pasto ai leoni da tastiera pronti a sbranare un nemico al giorno.

Sostenendo che l'omosessualità sia una «tendenza» e non un orientamento sessuale, aggiungono:

L’accenno al ricorso alle cure di uno psichiatra non è piaciuto al mondo gay, anche se Francesco ha sottolineato che parlava di bambini che manifestano una tendenza e che quindi ancora non possiedono con nitidezza una libertà di scegliere. Il ricorso a uno psicologo o psichiatra, in quel caso, va visto come un aiuto a chiarire la situazione e non certo come la condanna per presunti disturbi psichici. Niente da fare: la comunità Lgbt ha subito rilanciato le accuse ai preti pedofili giudicando gravissime le parole del Pontefice.

Se fa rabbrividire l'idea che nel 2018 ci possa essere chi parla di omosessualità in termini di «scelta», al limite del patetico è come si tiri in ballo la pedofilia quasi a volerla accomunare.
10 commenti