Ubriaco e senza patente, uccide la figlia e scappa. Era fan di Mussolini e Salvini



Gabriele Maddonni guidava ubriaco, con la patente revocata da nove anni, a bordo di una Bmw priva di assicurazione e di revisione. Non aveva neppure allacciato le cinture alle sue due figlie piccole mentre sfrecciava a tutta velocità per le strade nella periferia di Nettuno. Schiantatosi contro un palo, ha ucciso la figlia di nove anni. La sorella, di sette anni, è stata ricoverata in ospedale. Lui, 39 anni, è fuggito dall'ospedale dove era stato trasportato.

Su Facebook, si presentava così, fan di Mussolini e contrario alla cittadinanza per i bambini nati in Italia da genitori stranieri:



Risulta un fan di Matteo Salvini e di Giorgia Meloni ed era iscritto al gruppo omofobo "La luce di Maria" (ossia i tizi che vedono gay anche sui libri di catechismo e che ne chiedono la censura).
3 commenti