Un centinaio di persone hanno preso parte al Pride di Odessa, in Ucraina



A Odessa, in Ucraina, un centinaio di attivisti lgbt ha partecipato questa mattina alla "Marcia dell'uguaglianza" che quest'anno ha marciato sotto lo slogan "Le nostre Famiglie sono il nostro Valore".
Mentre i manifestanti si trovavano in un'area recintata, un imponente schieramento di poliziotti ha garantito la sicurezza dei partecipanti. Appare comunque una buona notizia osservare come il loro numero fosse decisamente inferiore a quelli resosi necessari nel 2017, quando a malapena era possibile scorgere i manifestanti (nella foto sottostante):



Nei giorni scorsi erano stati atrestati due attivisti ortodossi che progettavano rappresaglie contro il Pride.
L'unico episodio negativo registrato è stato il tentativo di aggressione da parte di un piccolo gruppo di ortodossi e finti preti che con il megafono scandiva slogan su Sodoma e Gomorra e sulla fantomatica «perdita dei valori famigliari» che sostengono deriverebbe dalla tolleranza verso le minoranze.
1 commento