Un nuovo studio suggerisce che il matrimonio egualitario abbia migliorato la salute dei gay



Il matrimonio egualitario negli Stati Uniti ha migliorato la salute delle persone gay. Lo sostiene un nuovo studio scientifico condotto dalla Vanderbilt University.
Secondo i ricercatori, l'abbattimento delle discriminazioni ha aumentato del 4% la probabilità che le famiglie formate da paesone dello stesso avessero accesso ad una assicurazione sanitaria e ha incrementato del 7% la probabilità che abbiano avuto accesso ad un controllo sanitario nell'ultimo anno.
Dunque non è solo sul piano prettamente psicologico che si contano gli effetti positivi, ma anche in situazioni della vita quotidiana.
Nel 2012, un altro studio condotto nel Massachusetts giunse a conclusioni molto simili, osservando come l'abbattimento delle discriminazioni sia direttamente proporzionale con l'aumento dei controlli medici e una decrescita dei costi per l'assistenza sanitaria.
2 commenti