Parigi, assalto alla rivista lgbt Garçon: messaggi omofobi e redazione devastata



Se il furto dei computer e dei dischi fissi avrebbe potuto lasciar lasciato ad un sacchetto, le scritte omofobe tracciate in vari spazi della redazione fanno intendere che la matrice possa essere legata all'odio. È quanto accaduto lunedì scorso alla rivista lgbt francese Garçon, attiva dal 2005.
L'area di ingresso dell'azienda è stata devastata e nel corridoio sono state rovesciate scatole di libri e di riviste. Le due porte di ingresso dell'ufficio mostravano chiare tracce di un tentativo di effrazione.
Su alcuni muri è stata tracciata la scritta «Sal PD», che può essere interpretata come un «fr*ci schifosi».
Commenti