Ancora un'aggressione omofoba, questa volta a Pisa



In un'Italia in cui la politica ha sdoganato l'idea che l'odio sia legittimo e che l'insulto possa essere ostentato se si vuole far carriera sulla pelle dei più deboli, forse è inevitabile che la violenza di strada stia diventando la norma.
Fatto sta che da Pisa giunge l'ennesimo caso di omofobia, ancora una volta compiutosi secondo il copione per cui tre ragazzi hanno insultato e aggredito una coppia gay nel centro cittadino. La copia aveva l'unica "colpa" di aver deciso di fare una passeggiata a Borgo Stretto quando sono stati avvicinati da tre ragazzini che gli hanno chiesto: «Siete finocchi?». Poi sono partiti gli sputi e le botte, condite dalle solite offese omofobe. Un pugno ha rotto gli occhiali ad una delle due vittime che, a causa delle schegge di vetro, ha rischiato di perdere la vista. Le due vittima hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso ed hanno sporto denuncia ai carabinieri.
4 commenti