Eleonora Giorgi: «Io andavo a New York e non ti guardava nessuno. Erano già tutti gay»



È dalla casa del Grande Fratello che Eleonora Giorgi ha sostenuto che Milano sia una città in cui gli uomini saltano addosso alle donne «come cavallette» e che New York non le piaccia perché nessuno cercava di portarsela a letto. Peccato che la sua testuale frase sia stata: «Io mi ricordo, andavo a New York e non ti guardava nessuno. Erano già tutti gay Erano già tutti gay».
Se quel «già» si presta a mille interpretazioni (nessuna positiva), la Giorgi ha anche sostenuto che lei pensa che la cultura identitaria sia più importante della storia degli stati e che «il mondo antico sparirà omologato dalla tv e dal computer». E riguardo ai viaggi, sostiene che «una donna da sola dove cavolo va?».
Evidentemente chi pensa che un uomo sia uomo solo se cerca di molestare sessualmente una donna, forse non pensa che una donna possa viaggiare da sola. Peccato che si sia dinnanzi al cane che si morde la coda, dato che è stata proprio lei a lagnarsi degli uomini che rispettano le donne dicendo che lei li reputa gay.

A seguire l'audio delle frasi incriminate:

6 commenti