I leghisti non sanno nulla della Bibbia che tanto promulgano



Le Iene appare una trasmissione altalenante che passa dall'accusare gli omosessuali di finanziare bordelli orgiastici con soldi pubblici, salvo poi essere smentiti, a iniziative lodevoli. Questa volta hanno dimostrato l'ignoranza dei fondamentalisti, in particolare quello dell'elettorato leghista. Hanno preso una Bibbia delle edizioni paoline, gli hanno messo una sovracoperta di un Corano e l'hanno letta a dei fan di Salvini. Tutti si sono detti schifati da quella oscena cultura nemica ignorante che è l'Islam che si prefigge la sottomissione della donna e la guerra santa. Poi però, svelato l'arcano, alcuni cadevano dal pero sconvolti e, molti di più, negavano con tutte le forze la veridicità delle cose dette in relazione alla Bibbia con frasi del tipo "io le scritture le conosco e quelle non lo sono" dimostrando tutta l'ipocrisia del caso. Certo, quando c'è da vessare un'omosessuale il Levitico diventa come acqua di fonte per gli estremisti salvo poi se gli chiedi di levarsi i tatuaggi, non mangiare gamberi, non vestire abiti di due tessuti diversi, picchiare a caso una donna ecc.. ti guardano come un pazzo. Io ritengo che l'ignoranza dei più sia un processo meccanico derivato dalla falsa conoscenza e credenza delle cose che ritenute sacre ma la prossima volta, e vale per tutti, si dovrebbe usare un po' la testa e non banalmente basarsi sul sentito dire o sul qualunquismo.

PS Hanno intervistato anche Salvini e, ovviamente, ha contestualizzato i passi nel momento storico (ma non aveva giurato su quelle cose durante la campagna elettorare).

Marco S.
6 commenti