I neonazisti plaudono Brandi e sperano che i figli dei gay uccidano i loro genitori adottivi



Come prassi, i neofascisti de Il Primato Nazionale hanno espresso pieno appoggio alla campagna d'odio che il loro Toni Brandi e il loro Jacopo Coghe hanno organizzato contro le famiglie gay. Dicendo che i gay non hanno diritti e che la Cirinnà va disprezzata per la sua legge sulle unioni civili (sgradite ad un Coghe e un Brandi che vogliono si dia riconoscimento giuridico ai loro pruriti sessuali).

Ma è tra dai commenti che emergono aspetti molto preoccupanti. Qualcuno dice che la Appendino dovrebbe lasciare il Movimento 5 Stelle perché non incarna i valori della destra neofascista come loro sostengono facciano gli altri appartenenti al partito, altri dicono che i figli delle coppie gay dovrebbero uccidere i genitori adottivi:



Commenti