Il Giornale santifica Silvana De Mari. I lettori: «I finocchi vanno buttati via, sono malati mentali e pazzi»



Il Giornale non perdere mai occasione per promuovere cieco odio contro i gay. Quest'oggi ne approfittato anche per dire che sono malati, sono pericolosi e sono pedofili.
In un articolo firmato da Giovanni Neve, Il Giornale ha giocato con le parole per tentare di promuovere le affermazioni che hanno portato la signora Silvana De Mari a finire a processo per diffamazione aggravata.

Se verso i querelanti si usa il condizionale e si sostiene che la signora «avrebbe offeso il mondo gay», nell'esaltare le sue teorie si preferisce un tono assertivo che non permette di mettere in dubbio le sue parole. Dicono che la signora «ha sottolineato», «ha spiegato», «ha argomentato». Non c'è subbio, perché dal pezzo deve trasparire abbia ragione lei a dire che «se gli uomini continueranno ad avere rapporti con altri uomini assisteremo a una catastrofe mondiale» o che «non si può ingiuriare dicendo la verità».

Promuovendo le sue affermazioni in quell'ottica in cui il lettore è invitato a ritenerle verità rivelate da Dio, l'articolo riporta alcune sua aberranti dichiarazioni:

"La mia gravissima preoccupazione riguarda soprattutto la situazione sanitaria - ha detto l'imputata rispondendo alle domande del pm - i casi di Aids, gonorrea, sifilide sono in aumento. Se gli uomini continueranno ad avere rapporti sessuali con altri uomini assisteremo a una catastrofe mondiale". [...] Al pm, oggi, la De Mari ha sottolineato che il sesso praticato da lesbiche non procura alcun danno, a differenza del sesso anale tra uomini "che moltiplica per nove il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili, soprattutto per chi lo pratica in modo passivo".
La dottoressa ha spiegato che "il tubo digerente serve per digerire, mentre il sesso anale provoca danni e questo in biologia significa disordine". Poi ha rincarato la dose: "La sessualità e tra uomo e donna ed è finalizzata alla procreazione. Quando non è così si tratta di un disturbo. Per la mia esperienza personale l'omosessualità è una situazione da cui si può comunque uscire, è possibile guarire". E ancora: "La mia preoccupazione è anche per le donne, da qualche anno a questa parte i giornali femminili fanno campagne a favore del sesso anale eterosessuale, che è ugualmente dannoso".
Durante la deposizione di oggi, la De Mari ha argomentato le dichiarazioni che avrebbero associato la pedofilia all'omosessualità. "La pedofilia è un orientamento sessuale caratterizzato dall'attrazione erotica verso i minori. Penso che alcune persone del movimento Lgbt stiano diffondendo la pedofilia. L'ultimo libro di Mario Mieli, a cui è dedicato un circolo, dice 'noi faremo l'amore con loro' e a mio parere si tratta di apologia all'abuso su minore. Senza dimenticare - conclude la De Mari - che personaggi di spicco del mondo gay hanno rilasciato dichiarazioni ambigue sulla libertà sessuale del bambino".

Gli effetti di tale promozione all'odio si evincono dai commenti lasciati dai loro lettori. C'è chi sostiene che sostenere la scientificità di bufale senza logica sarebbe «libertà di pensiero» e chi auspica uno sterminio dei gay:
  • Oggi si processa un medico che spiega con parole semplici una verità lampante, domani si 
  • E poi si lamentano della Chiesa che processò Da Vinci, costoro non sono tanto diversi, propongono l'oscurantismo come strumento di persuasione sociale
  • Veramente la Chiesa processò Galileo Galilei (reo di affermare che la terra girava intorno al sole). Come oggi a noi ciò fa sorridere, verrà il momento in cui i nostri posteri rideranno del fatto che dei medici vengano processati per aver semplicemente affermato delle verità scientifiche che hanno però la caratteristica di cozzare contro il pensiero mainstream.
  • Direi di stare tranquilli.Credo non sia lontana la scoperta del gene che provoca omosessualità,così il genere umano tornerà alla normalità.
  • Le varie associazioni gay non perdono mai l'occasione per dimostrarsi ridicoli. Dimostratevi superiori e lasciatela perdere!
  • La scienza non si processa. MAI!! Al limite si possono confutare delle affermazioni con delle dimostrazioni, ma non processare! Purtroppo lo avevamo già visto con Galileo Galilei...
  • Attenzione! L'eventuale (improbabile) scoperta di un gene dell'omosessualità, sancirebbe la MALATTIA genetica.
  • Come sempre le isterie lgbt giocano con l'ambiguità delle parole. L'omosessualità è un evidente disturbo (dissociativo) psicologico che non ha nessuna sede organica coinvolta, pertanto la definizione di malattia è clinicamente impropria, ma nel linguaggio comune disturbo e malattia sono sinonimi. Inoltre la psicologia insegna che TUTTI i processi psicologici sono REVERSIBILI. E' ampiamente dimostrato che anche gli animali, dopo evidenti comportamenti omosessuali, tornano ai normali comportamenti eterosessuali. Infine la dottoressa non ha offeso nessuno, ha solo avvisato i rischi patologici (veri) a cui si andrebbe incontro, e lo ha fatto con la sua competenza medica. Questo processo è solo una buffonata per portare alla ribalta il mondo omosessuale come una normalità intoccabile. Nel corso dei secoli l'omosessualità ha avuto diverse considerazioni, ma mai è stata considerata "normalità" e mai lo sarà. Il gene dell’omosessualità è una fantasia consolatoria.
  • Normale ha detto la verità. Se l’omosessualità Fosse normalità qualsiasi specie non si riprodurrebbe e andrebbe verso l’estinzione. Lo dice la natura, non la De Mari.
  • Per me sbaglia, non è curabile
  • Se per assurdo immaginiamo un mondo dove l’unica “normalità” è quella omosessuale, in 100 anni dalla terra scomparirebbe l’essere umano e, con grande soddisfazione degli animalisti, gli animali non dovranno più subire le angherie provocate dall’uomo. Ci preoccupiamo tanto di non far crescere la temperatura del globo? preoccupiamoci anche di questo
  • Ormai siamo nell'epoca in cui dire che l'erba e' verde e' un atto rivoluzionario (punito dalla "legge").
  • LGBT = INQUISIZIONE
  • Che sia o non sia una devianza psichica, resta il fatto che la casta LGBT ha TROPPO POTERE e lo usa in modo non-democratico, di fatto abolendo il diritto all'opinione, fosse anche la piu' sbagliata del mondo. Ha addirittura fatto pressioni sui sindaci di Roma, Torino e Milano, ottenendo di far togliere i poster contro la maternita' surrogata (illegale in Italia).
  • Buongiorno Come si fa a sostenere la Signora? Come si è costituito il Comune di Torino contro, non potremo costituirci noi a favore?
  • Non ho mai creduto che l'omosessualità sia una malattia, è solo una distorsione sessuale che non è guaribile appunto perché non è una malattia. Comunque non vedo in cosa questa dottoressa abbia offeso il mondo omosessuale.
  • Mille carattere non basterebbero per obbiettare su quanto detto. Sarò breve. I profili psicologi (? sic!) si vedono ad occhio nudo, senza bisogno di 1000 lavori. Il prof. Spitzer costretto a sospendere le ricerche perché minacciato di morte e di licenziamento della lobby gay. I proff. Campierio,Sanders. etc. ciarlatani della percentuale (Renziana sic.) del 40% ed il restante 60% ?????. La lobby gay non ha pagato abbastanza? Fino a quando non verrà individuata una VERA (non probabile) sede organica certificata, l'omosessualità sarà considerata una psicopatia dissociativa (rifiuto) della sessualità biologica di probabile origine traumatica. Per buona pace dei ricercatori antropologici.
  • Il medico ha dato un suo parere, perchè offendersi?
  • Evidentemente chi l'ha denunciata non vuole guarire. d'altro canto anche i tossici difficilmente vogliono disintossicarsi, e quando glielo si dice diventano aggressivi
  • da quando la sinistra shic ha iniziato a caldeggiare il pensiero che non essere gay significa anormalità, ecco che accadono di queste cose ! Un po'come parlare bene delle ottime cose che ha fatto Mussolini ! Se lo dici, rischi la galera ! Purtroppo l'onda rossa si sta ritirando, ma non e'ancora rientrata negli argini del ruscelletto dal quale e' esondata e sta ancora lordando la nostra civiltà E poi dici che uno, non la deve buttare in politica !!!
  • Ma la libertà di pensiero?
  • Fintanto che gli omosessuali non acquisiranno la consapevolezza di non essere normali, ogni discorso di "recupero dell'identità biologica" sarà inutile e discreditato. Nessuno va dal medico se non ha la consapevolezza di essere malato.
  • A meno che non si ravvisino gli estremi del'insulto o della diffamazione, ogni opinione ha la sua dignità. Anche quella della dottoressa Silvana De Mari. Poi, eventualmente, ognuno ha il diritto di non condividerla.
  • Ma la libertà di pensiero non esiste più.Lo dicessero, almeno prima di parlare uno si auto censura. Ma andate a ......
  • I finocchi sono buoni lessati o crudi in pinzimonio. Diversamente vanno buttati via.
  • Fino a prova contraria l'intestino retto non é un organo genitale e quindi ha ragione la dottoressa: il fatto che le persone vengano processate per diffamazione non verso singoli individui ma verso gruppi sociali contro cui hanno espresso le proprie opinioni, mostra come il politicamente corretto ci abbia fatto regredire di secoli con una nuova inquisizione e nuovi eretici.
  • i gay sono ortaggi e come tali prima o poi marciranno e ce li toglieremo dai piedi dandoli in pasto ai maiali
  • Chi non si accoda alla lobby feroce invasiva,legislativa degli omosessuali va in galera,viene emarginato, condannato, demonizzato. Se fosse vero invece quello che sostiene lo studioso? Ci sono popoli che non sanno nemmeno cos'è l'omosessualita, altri che hanno una percentuale minima, e noi occidentali siamo con indici altissimi, una ragione ci deve pur essere, e se c'è una ragione, va affrontata perché ne va della nostra estinzione
  • L'omosessualità non è una malattia? e perché che cos'è, allora, è una cosa normale? Quello che oggi la scienza dice può essere domani contraddetto o almeno rettificato e questo lo richiede proprio il metodo scientifico. L'omosessualità E' una malattia e il senso di irresponsabilità procreativa che si associa alla sessualità omo (che poi la chiamate sessualità l'uso irrituale dell'orifizio anale?) fa sì che gli omosessuali non sentano limiti e remore e posso dirlo per averne conosciuti che le loro propensioni verso i minori ci sono eccome!
  • punto primo non vi sono affatto evidenze scientifiche che avvallino l'omosessualita': freud parlava dell'omosessualita' come di un disturbo e nessuno scienziato ha mai confutato i suoi studi pluridecennali. punto secondo su youtube sono tantissime le testimonianze di ex gay,ora pienamente felici,che parlano dell'inganno dell'ideologia omosessualista che allontana le persone dalla verita'.Una su tutte la testimonianza di Luca ditolve
  • Beh, la De Mari non ha detto niente di nuovo. Tutti i Medici e la scienza hanno sempre detto e stabilito che l'omosessualità è una degenerazione psichica e gli omosessuali sono praticamente dei malati mentali e dei pazzi.
  • agiuliani
  • guardate la testimonianza di Luca diTolve, ex gay, su youtube. Ma ce ne sono tanti altri.Cosa hanno in comune? L'essere perseguitati,minacciati dalla lobby gay[leggi GAYSTAPO]. Se è falso che Galilei fu processato per aver affermato che la terra non girava intorno al sole[in realta' dusubbidi' ad un ordine che mirava a proteggere l'ordine pubblico in un'epoca di guerre],è vero che i motivi per lo sdoganamento dell'omosessualità da parte dei medici USA furono solo politici. Recentemente quegli stessi medici hanno sdoganato la pedofilia..quando la scienza e' al servizio delle ideologie.

Ah, bhe. Se per loro basta vedere un video di quel Luca Doi Tove che disse di essere "guarito" dall'omosessualità dopo aver cercato volontariamente di contagiare con l'HIV quanti più gay riuscisse dato che li incolpava della sua situazione sierologica al posto di ammettere le probabili responsabilità del suo essersi prostituito e del suo aver cercato sesso non protetto on chiunque si muovesse, vogliamo non credergli. Chi è l'Oms in confronto a quel fondamentalista accompagnava Adinolfi e la signora De Mari nei loro comizi presso oratori e conventi?
1 commento