Il ministro leghista Lorenzo Fontana è testimonial di una campagna marketing dell'organizzazione lobbista di Arsuaga



Nonostante pretenda di essere pagato dal popolo italiano, l'tutto lascerebbe pensare che il ministro leghista Lorenzo Fontana sia molto più interessato a lavorare per i suoi amichetti. È infatti nelle vesti di testimonial di un'organizzazione lobbista di proprietà del magnate spagnolo Ignacio Arsuaga che il leghista posa tutto sorridente al fianco del direttore marketing della CitizienGo con in mano un hashag griffato dall'organizzazione integralista che si batte contro i diritti dei gay e delle donne.
Il motivo non è stato reso noto, dato che l'immagine del ministro è stata utilizzata per la creazione di un teaser promozionale che annuncia una prossima attività di marketing organizzata dall'organizzazione. Il tutto, quasi non bastasse come il leghista Lorenzo Fontana si sia già premuto di promuovergli e pagargli la reunion integralista di Alexey Komov e Brian Brown che porterà a Verona i rappresentanti dell'omofobia organizzata.

Ma chi è il tizio che il ministro sta promuovendo a spese degli italiani? È un tale che ha fatto carriera attraverso il Family day e che oggi è sul libro paga della Hatzer Oil di Arsuaga. Uno di quelli che parla ossessivamente di quanto lui esiga che ogni pene sia infilato in una vagina, sbraitando slogan su un fantomatico «gender» qualora un uomo transessuale può partorire un figlio anche se lui preferirebbe si procedesse alla loro sistematica sterilizzazione e castrazione:



Ma Filippo Savarese è anche una persona che ama la diffamazione e che, persino davanti ad una madre eterosessuale conforme ai distinguo di Gandolfini, ricama false accuse se non ottiene il diritto di potergli rovinare i figli per indottrinarli alla sua ideologia del disprezzo. Dite voi se una persona normale potrebbe accusare di omicidio chi fa una battuta su una frase delirante scritta da un qualche fondamentalista che pretende di poter negare una sana educazione ai bambini dato che lui fattura sull'odio e l'amore gli danneggerebbe il business:



Insomma, il ministro pare voler collaborare con un integralista intenzionato a distruggere il futuro dei nostri figli. Il tutto lavorando a spese degli italiani contro gli italiani.
5 commenti