Isaac Jagroop nudo al Big Brother inglese



Il Grande Fratello appare come un raduno di educande se paragonato alle edizioni europee. Ad esempio è in Gran Bretagna che osserviamo come a loro basti che una concorrente dica di aver notato strane pieghe in un asciugamano perché il coinquilino Isaac Jagroop si senta nel dovere di togliere quell'impedimento visivo e di farle appurare la sua percezione. E se quella concorrente ne rimarrà sbalordita al punto da dichiarare di non aver mai visto un pene di quelle dimensioni, ecco che Isaac non si farà certo pregare nel mostrare il tutto anche ai coinquilini a cui la ragazza raccontava la sua scoperta.
Pare evidente che tutto questo faccia parte di una diversa cultura, dove la nudità pare sia stata ormai sdoganata nel Nord Europa anche grazie ad una minor influenza di quel bigottismo religioso che cerca di relegarla nel concetto di "peccato". Ma non solo. La nudità appare solo un dei tanti aspetti che connotano una maggior libertà: ad esempio Lewis Flanagan (qui in foto) non si fa problemi a guardare il pene di un altro uomo e fare commenti senza che ciò lo faccia sentire minacciato nella sua eterosessualità. E lo stesso accade con un'altro concorrente, chiamato a partecipare alla discussione e pronto a dare una sbirciatina prima di stringere la mano ad Isaac. Se immaginassimo una scena simile in Italia, potremmo scommettere che un uomo che guarda un altro uomo nudo verrebbe probabilmente massacrato dalla stampa scandalistica (sempre che un qualche Pillon non si metta prima a sbraitare che quella scena va censurata perché "omosessualizza" i bambini).

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] - Gif: [1] [2]
3 commenti