Moscovici definisce «un deficiente fascista» il leghista Angelo Ciocca



«È un deficiente, un provocatore, un fascista. Il suo gesto è grottesco». Così il commissario europeo Pierre Moscovici ha definito la patetica messinscena dell'eurodeputato leghista Angelo Ciocca, che lo scorso venerdì corse tutto affannatola A rubare i fogli della sua relazione per imbrattarli con la suola sudicia della scarpa che si era tolto davanti ai giornalisti. Moscovici ha anche promesso di combattere «queste persone» fino al suo «ultimo respiro».
Pare dunque che la lega di Matteo Salvini stia continuando a danneggiare l'Immagine dell'Italia e degli italiani, rendendoci una barzelletta a livello internazionale. Bisognerà anche capire se tali atti siano espressioen di incapacità o se siano un preciso progetto che possa portarci ad essere allontanati dall'Europa in vita di una possibile svendita del Bel Paese alla Russia di Putin.
6 commenti