Parigi. Aggredito il copresidente di Urgence Homophobie: «I fr*ci dovrebbero essere bruciati vivi»



Guillame Mélanie, fondatore e copresidente di Urgence Homophobie, è stato brutalmente aggredito a Parigi. Gli hanno teso un agguato mentre usciva da un ristorante e, una volta sferratogli un pugno in pieno volto, lo hanno minacciato: «Sei solo uno sporco frocio e dovreste essere tutti bruciati».
L'attivista ha riportato la frattura del setto nasale e risulta solo l'ultima vittima di un'escalation di omofobia che pare aver colpito la Francia nelle ultime settimane.
Manifestando il suo sostegno alla vittima, la sindaca di Parigi Anne Hidalgo ha chiesto ai cittadini di reagire a quella violenza ed ha invitato Mélanie a lavorare per un piano di contrasto in collaborazione con il Comune e alle altre associazioni.
Commenti