Provita Onlus contro il poliamore: «Per noi sono orgie. Sono malati mentali da far curare a un bravo psichiatra»



Anche i nazisti erano soliti paragonare le persone agli animali per giustificare l'odio. Ora è l'organizzazione Provita Onlus a dire che le persone che vivono un poliamore sono maiali. Perlomeno è quanto di desume dalla vomitevole immagine da loro scelta davanti al loro articolo di disinformazione ideologica con cui l'organizzazione fornanovista tenta di ergersi a giudice supremo contro le libertà individuali.
Una tale Alba Mustela ci rende edotti che lei non sopporta si possa parlare di temi che non siano espressione della propria vita, deridendo e sbraitando contro chi osa esplorare anche la diversità delle relazioni umane. Scrive:

Dalla pagina Facebook di PoliTeSse, centro di ricerca sulla sessualità dell’Università di Verona, apprendiamo che da lunedì 22 ottobre partirà un ciclo di seminari sul poliamore dal titolo "Porte aperte".[...] L’intenzione di “Porte Aperte” è quella di superare i confini dell’accademia e di far uscire i dati e le conoscenze che lì nascono, nella convinzione che la ricerca non termini con la produzione di un libro, di un articolo o di un rapporto di ricerca, ma che proprio nell’interlocuzione con professionist*, portator* di interesse, cittadin* si compia il senso del lavoro scientifico di ogni studios*.

Deridendo l'iniziativa e dicenso stronzate a spese di quei contribuenti che il Comune di verona obbliga a finanziare la sua organizzazione di promozione all'odio contro donne, gay e bambini, la signora

Sarebbe interessante capire se oltre alle lezioni teoriche ci sono anche dei laboratori di pratica. E anche se, alla fine del seminario, sia previsto un esame scritto, orale o pratico.
Immaginiamo che gli incontri non siano aperti a quei bigotti-reazionari-omofobi-fascisti che usano ancora il termine orgia per definire il poliamore e che a buon bisogno considerano parafilie – cioè malattie mentali da far curare a un bravo psichiatra – molte di quelle pratiche oggetto di studio in questi corsi.
… gente retrograda, gente che non capisce che «Love is love».

Non viene anche a voi il voltastomaco nel leggere le stronzate defecate da questi integralisti? Anche a voi pare che la loro ironia sia offensiva e immotivata? Ma forse non possiamo chiedere troppoa persone che per lavoro si fanno pagare per vomitare insulti, offese e ingiurie verso chiunque voglia vivere la propria vita anche se loro vorrebbero imporgli le loro regole.
Non vuoi un poliamore? Nessuno ti obbliga ad averlo. Ma se pretendi che agli altri sia vietato, se offendi le loro vite e se chiedi la censura della ricerca scientifica, non sei migliore di un nazista. Ancor più se ti celi dietro al falso perbenismo di chi sbraita insulti a chi vive rapporti consenzienti mentre si tollera che l'amante segreta o chi va a prostitute mentre la moglie è a casa a badare ai figli.
Commenti