Il Giornale pubblica una bufala vecchia di 11 anni, suscitando odio razzista fra i lettori



Se Matteo Salvini ripete come un mantra che lui non vede alcun problema legato al razzismo, è surreale come basti visitare i giornali che lo idolatrano per poter confutare la sua tesi. Ad esempio è Il Giornale a pubblicare un surreale articolo in cui non viene detto assolutamente nulla, ma capace di fomentare odio razzista gratuito.
In quell'abitudine ad un uso politico dei minori, il quotidiano titola "Ragazza 14enne fatta a pezzi e venduta come carne per kebab". Ed è mescolando sensazionalismo e dettagli raccapriccianti giratiti che scrivono:

Karen Downws, la madre della ragazza, ha infatti raccontato al Mirror cosa è successo non appena è venuta a sapere ciò che era successo alla figlia: "Non ci credevo, sono scappata subito via e poi ho vomitato nel bagno". Ma cosa era successo? Le prove raccolte dagli investigatori sono agghiaccianti: la ragazzina, infatti, sarebbe stata uccisa e poi il suo corpo sarebbe stato fatto a pezzi e venduto come carne per il kebab.
La madre è pentita, crede di non esser riuscita a fare nulla per quella ragazzina incompresa: "Aveva 14 anni ed era ribelle. Avrei dovuto capire e accorgermi di cosa stava succedendo. So di aver fatto degli errori". La 14enne, infatti, sarebbe entrata in un giro do sfruttamento sessuale di minori, come ha poi rivelato la polizia. Come riporta Fanpange, il corpo della giovane non è mai stato trovato e la polizia è stata addirittura messa sotto accusa perché le indagini non avrebbero mai portato a nulla. La famiglia spera ancora che la figlia possa un giorno tornare: "Continuo stupidamente a sperare nel giorno in cui Charlene si avvicini alla porta, urlando mamma sono a casa".

L'articolo non dice nulla, nemmeno rispondendo alle più basilari domande del giornalismo: chi, dove, come, quando e perché? Eppure i lettori de Il Giornale decidono che la copia sia degli islamici e che sia dunque doveroso insultarli e inneggiare al loro massacro:
  • Sono le usanze delle bestie,vogliamo fare i rassisti e scandalizzarci?Mi sembra evidente che per questa gentaglia che abbiamo accolto in Europa cose del genere sono sono eccezioni, eventi casuali commessi da pochi balordi, ma la regola. Ci vuole il ritorno di Carlo Martello, altro che multi-culti.
  • Grazie alla chiesa cattolica e ai comunisti! MALEDETTI
  • Ehhhh........le risorse hanno i loro gusti e le loro abitudini, cosa volete farci! La Boldrini direbbe che dovrebbero essere rispettate da tutti.........
  • Indipendentemente dalla notizia: ho provato una volta a mangiare il Kabab in un Imbis turco in Germania ma mi ha disgustato prima di assaggiarlo. Non è cibo per la nostra cultura!

Peccato che la bufala della ragazza fatta a pezzi e servita come carne di kebab risale a undici anni fa. Sono persino stati processati due uomini, un giordano e un iraniano, poi assolti e risarciti per ingiusta detenzione. Alcuni investigatori che si erano occupati del caso sono stati sanzionati.
Nonostante per verificare la notizia sarebbe bastato consultare Wikipedia, come se nulla fosse  Il Giornale torna a propinarci una storia palesemente falsa solo perché utile alla sua propaganda politica. Se questo è "giornalismo"....
1 commento