Jared Polis è il primo governatore apertamente gay degli Usa. Non eletta la fondamentalista Kim Davis



I risultati delle elezioni di medio termine mostrano un Donald Trump che ha perso la Camera dei Deputati, pur mantenendo una rosicata maggioranza al Senato. Ma mostrano anche un Jared Polis che ha fatto storia diventando il primo uomo apertamente gay eletto governatore di uno stato Usa.
Forte di un programma progressista che offriva la sanità per tutti, una stretta sulle armi, investimenti per l'energia rinnovabile, l'abrogazione della pena di morte ed il tempo pieno nelle scuole materne ed elementari, ha trionfato in Colorado con il 52% dei voti.
«Stasera il Colorado ha respinto la politica di bigottismo e paura dell’amministrazione Trump-Pence scegliendo il coraggioso campione pro-uguaglianza Jared Polis, il primo governatore gay eletto», ha dichiarato il presidente della campagna per i diritti umani Chad Griffin. «Per quasi un decennio nel Congresso, Jared Polis ha combattuto per promuovere equità e uguaglianza in Colorado e in tutta l’America. È un leader comprovato che si assumerà il suo impegno per assicurare la piena uguaglianza e combattere, rendendo il Colorado uno stato più forte e più inclusivo».

È invece andata male alla fondamentalista Kim Davis, candidatasi in Kentucky. La plruridivorziata è diventata celebra tra i fondamentalisti cattoloci per aver violato la legge sul matrimonio egualitario dicendo di voler «difendere la famiglia tradizionale» e «il volere di Dio». Preoccupante è come la donna abbia comunque raccimolato consensi, perdendo contro Elwood Caudill Jr. Per soli 650 voti, con 3.566 elettori che si erano espressi a favore della fondamentalista anti-gay.
7 commenti