Provita assicura che Salvini sia al loro fianco contro le famiglie gay e contro ogni sessualità che risulti finalizzata alla produzione di bambini



È proprio in vista delle elezioni europee che il ministro leghista Lorenzo Fontana e il ministro leghista Matteo Salvini porteranno in Italia i leder dell'integralismo internazionale. Lo sottolinea l'organizzazione forzanovista Provita Onlus e gli integralisti della Manifest Pour Tous quali organizzatori del cosiddetto "Congresso Mondiale delle Famiglie"  in programma a Verona dal 29 al 31 marzo.
Spiegandoci come l'obiettivo sarà quello di ridefinire la famiglia in una chiave restrittiva che tolga dignità a qualunque famiglia non sia gradita all'ideologia leghista e neofascista, le due organizzazioni di promozione omotransofobica scrivono:

Sono tanti i leader nazionali e mondiali che hanno annunciato la propria partecipazione, leader politici, capi religiosi, intellettuali. Tutti uniti nel ribadire che la famiglia è sempre stata e deve restare il nucleo fondante delle società. La famiglia naturale, fondata sul matrimonio fra un uomo e una donna, e non gli altri modelli di unione che vengono assimilati alla famiglia e che stanno invece spingendo le società verso un completo disfacimento morale, culturale e demografico. Perché, se si perde di vista la natura stessa dell’unione familiare, quella cioè di procreare, si rischia di interrompere anche il grande progetto di Dio sulla creazione e la continuazione dell’esistenza.

Ed è sostenendo che il loro Diego Fusaro abbia sposato la loro crociata avaloriale contro le minoranze, i fondamentalisti di Provita aggiungono:

Fra chi è convinto dell’utilità di questo appuntamento, c’è il filosofo Diego Fusaro che ha da poco pubblicato il suo ultimo libro, intitolato Il Nuovo Ordine Erotico edito da Rizzoli, con il quale spiega dettagliatamente come l’erotismo sia in realtà diventato l’ennesimo strumento con cui il liberismo capitalista tenta di imporre i suoi modelli avaloriali, apolitidi e asessuati, all’intera umanità.

Con le sue consuete supercazzole, Fusaro inizia a dire che la pornografia andrebbe vietata dato che mette in crisi la teoria neofascista per cui il sesso dovrebbe essere orientato solo alla coproduzione di bambini da donare alla Patria. Ed è così che dice: «Il mio libro è un manuale storico-filosofico sull’eroticamente scorretto che scomoda i grandi filosofi della tradizione, Platone e Aristotele, Tommaso e Agostino, Hegel e Fichte. È quindi effettivamente un libro “eroticamente scorretto” che reagisce all’oggi in voga fatto di dissoluzione della famiglia. La pornografia in questo ha giocato un ruolo fondamentale perché ha reso il sesso disgiunto dalla sua funzione etica, familiare, procreativa, progettuale. Il sesso è sicuramente anche piacere, ma una società che separa il sesso dalla progettualità etica sarebbe una società nichilista proprio come quella di oggi, dove l’unico valore riconosciuto è lo scambio e la crescita infinita del capitale».

Fusaro inizia così a sostenere che la convention omofoba organizzata da Brian Browon e dalla Fondazione San Basilio di Mosca debba essere ritenuto «un evento così prestigioso a ridosso delle elezioni». in virtù di come sostiene che «ci saranno importanti leader mondiali a questo evento, italiani e non. Il presidente del Congresso Mondiale delle Famiglie, Brian Brown, il vicepremier Matteo Salvini, il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, il presidente del Veneto Luca Zaia e il sindaco di Verona Federico Sboarina, il presidente della Repubblica Moldava, Igor Dodon, il Vice Ministro per la famiglia ungherese. E ancora: Allan Carlson, autore e co-fondatore dell’Howard Center; S.E. Ignazio Giuseppe III, Patriarca della Chiesa cattolica sira; S.E. Konrad Glebocki, Ambasciatore Polacco in Italia».
Insomma, ci sarà l'omofobia organizzata, con Salvini e Fontana che ribadiranno come il loro partito voglia ostentare il loro cieco odio contro le minoranze.
1 commento