Putin va alla conquista della Germania, promuovendo il partito "Cristiano conservativo" e la sua propaganda d'odio contro gay, antifascisti e mussulmani



Se in Italia è la Russia a finanziare l'integralismo anti-europeista ed omofobo, anche in Germania la religione è stata usata come mezzo di conquista da parte di Mosca attraverso la costituzione di un movimento politico chiamato "Cristiano conservativo" che cerca di conquistare l’opinione politica dei tedesco-russi, ovvero di quei russi di madrelingua tedesca che per centinaia di anni hanno abitato in Russia salvo poi essere rimpatriati in Germania nel corso degli ultimi trent'anni.
Si tratta di una comunità alquanto numerosa, composta da circa 2 milioni di tedeschi, che si presenta come un gruppo etnico di facile da conquista da parte della propaganda di Putin.
Esattamente come la Lega di Matteo Salvini, anche il gruppo "Cristiano conservativo" critica l'Occidente ed esprime una piena e totale di ammirazione verso Putin. Il loro popilismo è basato sulla creazione di figure d'odio identificate in antifascisti, gay e mussulmani, rappresentati come persone che minaccerebbero Gesù Cristo. L'immagine di apertura è parte della loro propaganda e mostra alcune caricatore delle persone da loro prese di mira che urinano su un crocefisso. E davanti alla brutalità e la bestialità neofascisti capaci di creare simili immagini, forse non serve aggiungere altro.
13 commenti