Raffaella Carrà: «La mia è una canzone per tutte le famiglie, anche quelle omosessuali»



Raffaella Carrà ha voluto dedicare il suo disco natalizio a «tutte le famiglie, anche quelle omosessuali». Lo ha dichiarato alla stampa, spiegando di aver volutamente voluto includere anche una coppia gay nel video ufficiale.
La Carrà ha poi spiegato: «Ero impegnata nella prima Canzonissima, 1970, e iniziai a ricevere lettere di ragazzi disperati per le incomprensioni con la famiglia, pronti a uccidersi. Io non capivo, e qualcuno mi spiegò. E poi ero circondata di costumisti e truccatori gay. Sono persone per cui provo tenerezza, anche se sono diventata un loro idolo mio malgrado. Mi invitano di continuo a feste e appuntamenti gay. Allora l’anno scorso sono andata al Pride di Madrid così ho preso tutti i gay spagnoli in un colpo solo».

Clicca qui per guardare il video.
1 commento