Sex and the City 3: si scopre che Mr Big sarebbe dovuto morire all'inizio del film



Sex and the City è la fortunata serie televisiva che venne originariamente trasmessa tra il 1998 e il 2004 da HBO. Nel 2008 e nel 2010 sono arrivati due adattamenti cinematografici e nell'ottobre 2017 avrebbe dovuto iniziare la produzione di un terzo film anche se, probabilmente, quella sceneggiatura non vedrà mai la luce.
I dettagli sono emersi durante la trasmissione radiofonica Origins, alla quale era stato inviato quasi tutto il cast della serie. C'erano Sarah Jessica Parker, Cynthia Nixon, Kristin Davis e Chris Noth, c'erano i creatori dello show e i produttori, ma mancava Kim Cattrall. L'attrice che impersonificava Samantha avrebbe declinato l'invito dicendo di «non avere più nulla da dire su Sex and the City».
I presenti hanno raccontato che sarebbe stato il suo rifiuto a partecipare alle riprese il motivo per cui il terzo capitolo della saga cinematografica non vedrà mai la luce. Si è anche scoperto che la sceneggiatura prevedeva che Mr Big morisse all'inizio del film, colto da un infarto sotto la doccia. A quel punto a storia si sarebbe concentrata su come Carrie (Sarah Jessica Parker) avrebbe affrontato ed elaborato il lutto con l'auto delle sue amiche.
Si dice che «persone molto vicine a Kim» sostengano che «la sceneggiatura non avesse molto da offrire al personaggio di Samantha» e che sarebbe quello il motivo per cui l'attrice non era interessata a tornare a vestire i suoi panni. Ma a tutto ciò si aggiungerebbero anche i pessimi rapporti che intercorrerebbero tra le quattro attrici. In particolar modo Kim Cattrall non si è mai risparmiata in frasi molto forti e dirette alle colleghe, soprattutto contro Sarah Jessica Parker.
I primi problemi sarebbero emersi già durante le primissime riprese della serie, causati delle alte differenze del loro stipendio: «Parker era già un’attrice affermata –ha spiegato il produttore Michael Patrick King– scegliendo di girare una serie per Hbo, Parker sceglieva di correre un rischio. La sua paga doveva tenere in conto tutto questo».
Durante la trasmissione, Chris Noth (ossia Mr Big) ha raccontato di aver odiato recitare alcune delle scene previste nei due precedenti film: «Non sopporto tutto quel romanticismo, probabilmente perché sono una persona un po’ cinica. L’ultima scena del primo film, nella cabina armadio, quando dico a Carrie: “È il momento che ti dia un anello di diamanti più grande”, ho odiato girarla». Ciò nonostante, si era dato disponibile ad unirsi alla squadra del terzo film.
Commenti