Bolsena, ragazze aggredite al grido di «Morite lesbiche!»



Per quanto Adinolfi e Gandolfini dicono di non vederlo, l'odio omofobico è tornato a colpire in tutta la sua brutalità. È capitato a Bolsena, in provincia di Viterbo, dove il 5 dicembre scorso Stefania e la nipote Michela stavano passando una tranquilla nottata per pub. Intorno alle due di notte, le ragazze si sono dirette verso casa in compagna di un amico. Due uomini con cui era scoppiato un doverlo all'interno di un locale e hanno seguite e le hanno aggredite al grido di «morite lesbiche». I lividi sui corpo delle due donne parlano chiaro sulla ferocia inaudita dell'aggressione, conclusasi solo dopo che l'amico è riuscito a chiamare i carabinieri ed ha messo in fuga i due aggressori.
Commenti