Camera, deputato leghista e collega pentastellata beccati a far sesso nel bagno di Montecitorio



Se in Aula amano sostenere che i gay sarebbero promiscui e dunque immeritevoli di potersi sposare come quei fedelissimi eterosessuali alla Aldinolfi (due mogli) o alla Salvini (una ex moglie e svariate compagne), sono due parlamentari ad aver fatto sesso nei bagni del parlamento.
Se un simile atto fosse avvenuto in un'azienda privata, il licenziamento sarebbe stato un atto dovuto. Ma, dato l'amplesso si è verificato nei bagni di Montecitorio da parte di due parlamentari che in quel momento erano pagati dagli italiani, ecco che pare regnare l'omertà su chi siano i protagonisti della vicenda. Di loro si sa solo che si tratta di un parlamentare leghista e di una deputata pentastellata.
4 commenti