Il Giornale falsifica le parole di Don Luca Favarin ed ottiene l'odio dei lettori: «È un pedofilo che sembra una donna, probabilmente un gaio in cerca cazzi neri»



Fa schifo vivere in un Paese in cui le polemiche si basano su falsificazioni ideologiche confezionate a fini politici da quotidiani che vengono pagati per fare propaganda. Il potere di Salvini si basa sulla quantità di odio che lui riuscirà a creare contro stranieri, gay, donne e minoranze etniche, motivo per cui Il Giornale continua a raccontare ai propri elettori quanto sia cosa buona e giusto essere razzisti, omofobi, xenofobi e votati alla idolatria del loro leader (surreale è come Pasini arrivò persino a sostenere che lo si dovesse ritenere «il messia» proprio dalle pagine de Il Giornale).
Qualcuno osserva che non ha senso occuparsi della propaganda che certe testate dispensano a chi e finanzia al solo fine di veder compiaciuti i propri pregiudizi, ma è innegabile che questa continua creazione di fake-news stia inquinando il dibattito pubblico e stia limitando il diritto di parola. Davanti a lecite opinioni, bisognerà perdere così tanto tempo e fatica a smontare le riletture ideologiche confezionate dalle destre populiste che si richiederà di avere tempo per parlare delle idee.
Nell'Italia cristiana dove nessuno va a messa e dove non si può scendere per strada senza udire bestemmie urlate al vento, tutti diventano devotissimi quando c'è da imporre un crocefisso a dei bambini mussulmani per il sadico piacere del Pillon di turno. Ed è così che il natale si trasforma in una kermesse politica in cui le destre usano presepi e statuette contraffatte di Gesù Bambino (rimodellato con pelle bianca e tratti europei per rinnegare le sue origini extracomunitarie) come strumento per sostenere il loro presunto diritto nel sancire che le loro convinzioni debbano essere imposte agli altri. Ed è così che è il solito Il Giornale ad uscirsene con un articolo di promozione all'odio intitolato "Presepe, il prete pro migranti: Non farlo per rispetto ai poveri".
Tralasciando il conio di quel «pro-migranti» che altera quello che è il semplice invito all'accoglienza predicato nei Vangeli da Gesù Cristo, il titolo appare come un'alterazione delle dichiarazioni di Don Luca Favarin dato che il sacerdote che ha semplicemente sostenuto che «se il presepe deve essere pura esteriorità, allora tanto vale non farlo» e che «per coerenza» non lo si dovrebbe fare se si è allineati con chi non aiuta i migranti, come Salvini. E non è certo quello che Il Giornale ha cercato di far credere a fini propagandistici.
In effetti si può sostenere che il presepe sia un cumulo di porcellana da idolatrare oppure si può ricordare che il fatto che Gesù fosse nato in una stalla è una esplicita condanna a chi non ha dato accoglienza alla sua famiglia, magari notando il parallelo con quei 40mila migranti che Salvini farà dormire all'addiaccio dopo che li ha cacciati dai loro rifugi.

Da prassi, i cattolicissimi lettori del cattolicissimo Il Giornale si mettono a esternare i loro cattolicissimi pensieri, dimostrando che forse non hanno mai letto manco mezza riga dei Vangeli. Ed è in un italiano spesso stentato che scrivono:
  • mandatelo in missione in Africa così ne avrà tanti da aiutare senza per questo attaccare i nostri simboli di fede
  • scusate, se stiamo parlando di quella in foto al centro, stiamo parlando di una monaca non di un prete!
  • un pretofilo cambia il pelo ma mai il vizietto, quando non opera in prima persona bello fare i ..... col .... degli altri
  • Oramai credo sia chiaro a tutti che buona parte dei preti, vescovi, cardinali ecc. non crede più alla nostra religione, e preferisce dedicarsi al business o alla politica.
  • Niente più soldi a questa chiesa
  • Basta che i padovani lascino la sua chiesa vuota,vedrai che ci ripensa .
  • Più scemo del suo capo.
  • Ma quella figura in centro, l'è in omi o ina donna.
  • Ecco un altro che si iscrive alla fiera del cxxxxxo.
  • La foto fa pensare che sia molto affezionato alla prima parte del proprio cognome.
  • Favarin...e chi lo dice che è solo un esteriorità?..lo dici tu che non credi nei valori cristiani.. sei un musulmano sotto mentite spoglie.. cristiano una beata FAVA!
  • Tagliati i capelli. Barbone
  • Vai a lavorare.
  • Ieri tuonava contro Minniti, oggi contro Salvini, adesso contro l'immagine più materna e amorevole del Cristianesimo, ovvero il Natale. Sembra un seguace odierno di Fra Dolcino. Mi viene un dubbio. Forse la sparata è dedicata a qualche suo aitante amante africano? Siamo l'impero alla fine della decadenza...Geegrobot
  • Questo invece quanto ha speso alle slot?
  • C'è qualcosa di devastante nel percorso di formazione dei sacerdoti.
  • mahhh,i preti,come dice cecco, dovevano essere "non diversamente orientati" ...questo fa il paio con biancalano!
  • Non fare il presepio per rispetto dei poveri? Ma che dice? Gesù Cristo è il vessillifero dei poveri e della povertà, E' nato in una stalla e non nella Capalbio al Caviale dei straricchi komunisti, ed è sempre vissuto da povero. Certi preti sono annebiati dall'ideologia.
  • In giovane età alla ricerca di una verità politica, frequentai la sede della DC per un'anno. Nella sezione di quartiere, c'era un signore che si lamentava che dopo le elezioni politiche al conteggio dei voti, ogni volta i voti delle suore e dei preti andavano a rifondazione comunista. Fate un po' voi.
  • chissà perché ma questo pseudo prete,come l'altro che apri una pizzeria, si tengono così vis a vis con i loro ''amati'', io sono stato vicino a Preti, veri, in vita mia ma non li ho mai abbracciati in questo modo x rispetto! Ah già i Preti NON adoravano le ''banane'' neri o bianche che fossero, meglio nere più disponibili e ''grandi'' nell'affetto, sic!!
  • voi nn conoscete questo pseudo prete sull'accoglienza ha fatto la sua fortuna ha un ristorante dove lavorano solo clandestini con i soldi del governo ha costruito una fattoria dove lavorano si fa per dire solo extra è un prete di strada ed è molto vicino ai centri sociali noi padovani vorremo che il suo capo cipolla vescovo lo mandasse in africa ma il vescovo purtroppo è della stessa pasta del papa bergoglio un comunista
  • Da radiare!!! O forse si attiene alla nuova dottrina bergogliona?
  • ...cominci a tagliare quella chioma (da non commentarsi!!!!) (per carità di patria!!) .Questo signore, come il suo capo, e tanti altri come lui, ci facilitano la comprensione della diffusione dell'ateismo e della fuga dei veri cattolici dalle chiese rese ormai centri di tutto tranne che di fede. A Tutti questi soggetti vorremmo dire :" Andate tutti in Africa, voi e i vostri protetti e là rimanete, fuori dalle scatole da chi non ha alcuna intenzione né di sopportare le vostre scemenze, ma nemmeno di vedervi bighellonare ovunque!!
  • Il prete rispetta gli "estranei" ma non i propri parrocchiani? bella figura di M...
  • ma questo è un prete maschio?
  • non capisco come un presepe possa turbare i poveri...ma forse sono uno stupido che certe cose non coglie...
  • Ma il prete è quella signora fotografata in mezzo ai due neri..?
  • Più che un prete sembra un "SUORO".
  • il sacerdote necessita urgentemente di un confetto Falqui
  • Vista la scarsità di offerte che riceve, la "nuova" chiesa bergogliona ha dovuto ricorrere alle sovvenzioni statali (35 €/migrante). Inoltre con i migranti ospitati e nullafacenti, si può cercare di riempire le chiese svuotate dal nuovo corrso. Chiaro no!?
  • Se pensate che pubblicare ogni giorno in prima pagina foto di neri africani favorisca l’accettazione dei migranti, l’integrazione, e la società multietnica, vi sbagliate. Fa l’effetto contrario.
  • Non serve essere uomini di mondo e neppure malpensanti per capire quali interessi muovano il "gaio" sacerdote. Il nostro conosce molto bene le qualità nascoste degli africani e non vuole privarsene. Altro che vangelo!
  • Ormai siamo al delirio a tutti i livelli..., che si avvicini la fine del mondo...?
  • Questo tizio, che non posso chiamare prete, non sa nemmeno che il presepe è proprio un simbolo della povertà nel giorno della nascita di Cristo, infatti significa al mondo in quale povertà nacque Gesù circondato da altri poveri, pastori, pescatori ecc. anche i preti vivono di ignoranza, politica e tanta tanta convenienza.
  • E allora che vada in missione in Africa... Lì di tali qualità avrebbe di che saziarsi, senza suscitare sospetti. Ma forse a un sacerdote "gaio" farebbero la festa
  • Mandatelo all'Inferno che quello è il posto giusto per lui, poi ne arriveranno tanti altri di tutti i colori e vedrà che sarà in buona compagnia e al caldo.
  • Il prete Luca Favatin dovrebbe andare a vivere per 2 mesi in paesi mussulmani vestito da prete col crocifisso al collo per constatare il rispetto che gli danno. sarebbe sufficiente che leggesse i giornali e guardasse la TV per capire come i mussulmani trattano le persone cattoliche le uccidono senza nessun problema, io penso che i mussulmani presenti in Italia vanno rispettati e lasciati liberi di coltivare il suo credo in base alle nostre leggi, ma noi cristiani non dobbiamo rinunciare alle nostre tradizioni e usanze, sono loro che si debbono integrare al nostro modo di vivere e non noi integrarci al loro modo di vivere, nessuno li ha chiamati o invitati sono venuti da clandestini se non gli piace il nostro modo di vivere possono ritornare nel loro paese di origine che non li trattiene NESSUNO
  • Dalla foto pare di capire che questo pretonzolo ama i migranti probabilmente anche in maniera carnale, il suo mi pare un atteggiamento piuttosto equivoco.
  • Un prete che tira in ballo il "rispetto umano (lo dice lui!), NON è un prete e non è un Cristiano. E' solo un socio del PD e dei centri sociali!
  • Secondo un giudice americano la larga maggioranza dei preti hanno intrapreso questa carriera per soddisfare in modo facile e impunito i loro turpi vizi. Il più virtuoso di questa gente è un pervertito vagante.
  • un altro buongustaio del torrone al cioccolato. In Africa na avrebbe a volontà. Porti con se anche il suo amico Lerner!!!
  • ma senti sto prete!!!Penso lo paga qualche paese arabo per dire queste fregnacce.Cosa gli ha insegnato il seminario?Forse la teologia coranica al posto di quella cristina.Ma fosse un doppio giochista!!!Misteri della Fede!!
  • io il problema lo risolverei cosi' - fuori tutti "migranti", preti e chi li appoggia.
  • io invece il presepe lo faccio per rispetto alla mia religione chi e' contrario se ne vada in africa
  • Allora non facciamoi centri per i rifugiati, per rispetto degli italiani, secondo il vostro marcio ragionamenteo da comunisti. In alternativa potremmo darti ragione solo se li mantenete tutti voi, Autootassatevi e aprite le vostre case (a loro). Non lo farete mai, buffoni. Li volete, ma devono stare sulle croste agli altri (in tutti i sensi). In tal caso sarete giustificati ad insultarci. Ora proprio no, manica di barlafus.
  • preferisco la chiesa che brucia gli eretici! ai preti pro accoglienza!
  • Ma è un uomo o una donna? Non è che ha fregato tutti compresa la chiesa e sotto ha la sorpresina? Capisco perche sta così vicino vicino ai mandingoni.
  • Il pensiero unico è questo, un mondo alla rovescia dove la guerra viene chiamata pace, la verità menzogna ed i sinedriti di belzebù si autodefiniscono "preti" !!!
  • Ti auguro che Babbo Natale possa portarti qualcosa che davvero ti serve... un cervello ad esempio.
  • costui dovrebbe cambiare mestiere o qualcuno farglielo cambiare...
  • se i migranti piacciono tanto al reverendo, se ne vada in missione in Africa ne troverà tanti senza doverli fare venire qui ad invaderci
  • Un'altro Don amante del gelato al cioccolato, dolce e un pò salato..
  • povero gesu, sta proprio arrivando la fine del mondo.possiamo fare a meno di certi preti,come cristiano mi ribello a tanta stupidita.

Certo. Prima scrivono simili frasi e poi dicono che gli basterebbe comprare una qualche statuina per fare un presepe e ciò basterebbe a legittimarsi a dirsi bravi cristiani. Il bello è che sembrano pure convinti di ciò che sostengono mentre ruttano il loro odio in facci a Gesù.
In Matteo 25, 31-46, era Gesù Cristo e non certo Don Luca Favarin ad affermare:

Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna».

Ora vogliamo dire che anche Gesù non era un vero cristiano dato che a loro piace credere nel Vangelo secondo Salvini?
2 commenti