L'occidentale ha un problema con la sessualità ma non con i discorsi d'odio



La rimozione di qualunque fotografia ritragga qualsivoglia forma di nudo renderà Tumblr «un posto migliore». È quanto sostiene il CEO della società, Jeff D'Onofrio, nel messaggio in cui annuncia che dal 17 dicembre prossimo Tumblr effettuerà una purga di qualunque materiale fotografico possa risultare sgradito ai puritani.
Non paiono pensarla allo stesso modo gli utenti, che hanno lanciato varie petizioni per chiedere che le norme siano lasciate invariate, ed anche gli investitori non sembrano siano stati convinti da quelle sue tesi dato ciò che è accaduto al loro titolo in borsa subito dopo l'annuncio:


Sembra anche che la decisione assunta da Tumblr sia stata imposta dalla Apple, la quale avrebbe rimosso la loro app dal suo store perché la si sarebbe potuta utilizzare anche per accedere a materiale per soli adulti.
Ed è così che emerge il primo dato inquietante: il potere accumulato da gruppi come Apple e Google è divenuto tale da renderle società capaci di imporre regole al mercato, permettendo di agire come censori che possono decidere cosa possa essere pubblicato e cosa debba essere censurato.

L'astro aspetto che non passa inosservato è cosa resterà su Tumblr. Il loro essere divenutati un punto di riferimento per la condivisione di materiale per soli adulti è legato al loro principio per cui tutto dovesse essere ritenuti libertà di espressione. Ma è quello il motivo per cui la loro piattaforma ha anche attirato vari gruppi d'odio che inneggiano alla supremazia dei bianchi o che promuovono ideologie naziste. Quelle non verranno toccate.
Tra un uomo nudo e un sito che promuove il nazismo, a preoccupare i grandi gruppi internazionali sostengono è il primo gruppo. Una posizione che appare sin troppo conforme conforme con quanto rivendicato dall'estrema destra evangelica che Salvini ospiterà a Verona nei prossimi mesi proprio per portare avanti le loro rivendicazioni per il divieto all'autodeterminazione, per la persecuzione dei gay e per la messa al mando della pornografia.
1 commento