Open Arms a Salvini: «I tuoi discendenti si vergogneranno di te»



Se Matteo Salvini costruisce presepi mentre si vanta di aver respinto 300 naufraghi nella settimana di Natale, i suoi proseliti chiedono cannoni sulle coste, propongono di bruciarli vivi, sognano di potergli sparare addosso o di ributtarli in mare.
Davanti ad un Salvini che per motivi propagandistici se n'è uscito col suo solito sostenere che quelli che salvano vite umane sarebbero «trafficanti» o che «la pacchia è finita», il fondatore di Open Arms, Oscar Camps, ha replicato scrivendo: «Matteo Salvini, la tua retorica e il tuo messaggio, come tutto in questa vita finirà. Però sappi che tra qualche decennio i tuoi discendenti si vergogneranno di ciò che fai e che dici».
2 commenti